martedì 18 agosto 2015

Partiti col Porta a Porta!

Già da più di una settimana è cominciata questa nuova esperienza collettiva della raccolta differenziata porta a porta.
Per chi stava già facendo la differenziata in maniera corretta, è stato solamente un piccolo passo, una sorta di comodità in più poiché non si deve spostare sempre per portare via sacchi e sacchetti visto che saranno ritirati al proprio domicilio. Fatta eccezione per scarti alimentari e vetro che dovranno sempre essere portati agli appositi bidoni. A proposito, ma quanto stanno bene le strade senza quegli ingombranti cassonetti deformi e inguardabili??
Per chi invece aveva ignorato totalmente o parzialmente la differenziata, il cambiamento è più grande, ma non impossibile. Si tratta di informarsi, di attivarsi e non stare a lamentarsi "Oh come si fa", "Tanto la bolletta non diminuisce", "Io i rifiuti li porto dove ci sono ancora i bidoni grandi".

  • "Oh come si fa" ===> Basta con l'autocommiserazione. Oltre al kit ci è stato dato un foglio con tutte le informazioni necessarie. E' sufficiente seguirle. Se non si ritengono sufficienti, occorre informarsi di più tramite i canali che reputiamo migliori.
  • "Tanto la bolletta non diminuisce" ===> In futuro la bolletta sarà basata su ciò che non differenziamo: più produci rifiuti e più paghi, sembra giusto no? E' chiaro che adesso siamo in una fase di transizione difficilmente quantificabile in termini di tempo. Intanto adoperiamoci a fare la RD porta a porta nel migliore dei modi.
  • "Io i rifiuti li porto dove ci sono ancora i bidoni grandi" ===> Questa è fantastica. Siamo arrivati ad essere disponibili a trasportare i rifiuti per mezza città pur di trovare gli agognati vecchi bidoni. Si chiama "non affrontare la realtà", "evitare gli ostacoli finché è possibile", ma prima o poi i nodi verranno al pettine. Siamo più uomini ed impegniamoci!
In conclusione si tratta solamente di abituarsi a questo nuovo meccanismo, tanto più che siamo stati muniti di kit completo. Per chi ha necessità, è possibile richiedere anche l'installazione del bidone bianco per i pannolini che andrà ad affiancare quello marrone dell'umido e quello verde del vetro.
Forza e coraggio, i Rifiuti Zero non sono un miraggio!

2 commenti:

Silvio Frontini ha detto...

OK
Ma perchè la novità interessa solo Arezzo centro, Arezzo nord, Arezzo Ovest e non Arezzo Est? Per intendersi San Polo, Santa Firmina ecc. dove solitamente abita chi ha deciso il cambiamento?

Anonimo ha detto...

E' un'operazione a zone. Toccherà a tutti al più presto..